La tempesta sradica

La tempesta sradica, accoglie
spolpa e poi rende
ciò che non ha voluto
Mi scosse, e mi corse le vene il ribrezzo
brandelli fradici incolori
cercavano una spiaggia.

@ orofiorentino

 

 

Incipit “Mi scosse, e mi corse le vene il ribrezzo”
Tratto dalla poesia “Brivido” di Giovanni Pascoli

 

Dopo la tempesta

La tempesta sradica, accoglie
spolpa e poi rende
ciò che non ha voluto
Mi scosse, e mi corse le vene il ribrezzo
brandelli fradici incolori
cercavano una spiaggia.

@ orofiorentino

 

Incipit “Mi scosse, e mi corse le vene il ribrezzo”
Tratto dalla poesia “Brivido” di Giovanni Pascoli

Ho deciso…

Mini racconto scelto da…LA NOSTRA COMMEDIA per il tema settimanale

Continuo a camminare avanti e indietro pensierosa. Devo affrontare l’argomento con te. Ho capito che tu non ne hai il coraggio. Ho già letto troppe volte nei tuoi occhi l’incertezza, la paura della mia reazione. Basta non siamo più quelli di una volta: innamorati pazzi, forse incoscienti ma felici.
Tutto ci è scivolato dalle mani senza che ce ne accorgessimo. Lo so: “ Ogni uomo è un attore e tutto il mondo è un palcoscenico “ ma non abbiamo più bisogno di recitare un copione scontato e noioso. Parliamoci, salutiamoci con un addio semplice…liberatorio. Vedrai ch’è facile, il rispetto che abbiamo verso noi stessi ci aiuterà. Nell’ingresso ci sono due valige: la tua e la mia. Chiuderemo piano la porta, scenderemo le scale…un bacio nell’androne e poi ognuno per la sua nuova strada con un dispiacere in più.

@ Orofiorentino

 

Incipit : Ogni uomo è un attore e tutto il mondo è un palcoscenico

Pensiero….Non siamo mai soli

Ci sono angoli di vita che dovremmo sotterrare prima ancora della nostra stessa morte. Ricordi così sofferti che solo infilandoli in una tomba senza nome
potrebbero smettere di urlarci nelle orecchie. Allontanandoci, poi, da questo cimitero immaginario, leggeremmo tante lapidi tutte uguali : … E porta anche a me un po’ di pace…
Non siamo mai soli nella nebbia del dolore.

@ orofiorentino

Incipit… e porta anche a me un po’ di pace: Alda Merini

La mia guerra

Non combattere la mia guerra
solo io posso vincere me stessa
lasciami nel sole a soffrire
fino a quando il mio ideale di pace
di libertà sarà un urlo di vittoria

@ orofiorentino