Battito d’Ali

Annunci

Citazione

Perché non c’è niente di più bello del modo in cui tutte le volte il mare cerca di baciare la spiaggia, non importa quante volte viene mandato via. (Sarah Kay)

il golfino rosa

Saltello da una nuvoletta all’altra. Mi piace: sono morbide come un fiocco di cotone. Sono la ricchezza del cielo mi dicevano da piccola. Ora capisco il perchè: sono libere, seguono il vento o restano a scaldarsi al sole. Bianche lattate o scure come la notte. Eccone una rosa: appena rientrata da un delicato tramonto.
Chiedo: “ Posso? ”
Una vocina leggera mi invita: “Vieni, salta su: ti porto in giro per il mondo “.
Seduta comoda, con le gambe penzoloni, ammiro il paesaggio che scorre sotto di noi. Che meraviglie si vedono da quassù !
“ Fermati, fermati per favore….guarda quel lago? Quanto è bello ! “
“ Si, lo so, siamo amici da tanto tempo. Ogni volta che passo da qui vengo a salutarlo, facciamo due chiacchere sulle novità del mondo…sapessi quante cose mi racconta, a volte mi fa rotolare dalle risate. Di sotto, la gente con il naso all’insù si diverte a guardare quella strana nuvoletta rosa che rotola come una pallina e non sa che rido…come siete buffi voi umani visti da quassù: sempre agitati. Perchè poi? Dove dovete andare così di corsa? Qui: tra noi nuvole tutto è calmo, sereno. Qualche volta pare che litighiamo e sembra sia tempesta ma facciamo solo le capriole. “
Continuiamo il viaggio attraverso i continenti. Le scie degli aeroplani ci fanno compagnia ma si dissolvono subito: pochi attimi e son sparite. Nessun rumore disturba questa bellezza. Per passare sopra le montagne mi metto un golfino, fa freddo, poi tornate in basso lo levo. Il Tempo qui non ha Tempo, non esistono le ore, gli attimi. Tutto semplicemente è.
All’improvviso la nuvoletta si agita.
“ Scendi, scendi svelta…”
“ Perchè? “
“ Arriva il temporale e io sparirò in uno scroscio d’acqua, vai: se cadi ti fai male!”
“ No, non ti lascio, scendi, scendi veloce. Quando siamo quasi a terra ti arrotolo nel mio golfino e il Temporale non ti vede, così torneremo a volare. “
Un tuono mi sveglia di soprassalto. Mi accorgo che albeggia e già piove. Sulla poltroncina, al fondo del letto c’è il mio golfino arrotolato. Ieri sera era bianco…adesso è rosa!

@ orofiorentino

Mini racconto di fantasia

La mia vita

A teatro va in scena una nuova opera. Una pièce particolare, titolo : “ La mia vita “. Dopo il primo atto ( l’Infanzia ) il pubblico sembra soddisfatto. Gli atti successivi ( Giovinezza e Maturità) si dipanano tranquillamente. Alla fine dell’ultima scena, l’attrice con la voce rotta da una profonda emozione esclama: “ Vi supplico non applaudite. Nulla va aggiunto a questa mia vita tanto vissuta ma che è la rappresentazione di un unico tragico flop ! “.
Lento cala il sipario a chiudere una disperazione accolta dallo scrosciare del silenzio.

@ orofiorentino

immagine…Barbara De Rossi da: lenews.info

Curiosando nella vita di Leonardo

Ho ripreso in mano la biografia di Leonardo. Mi affascina il suo genio, le immense capacità d’ingegno. Eppure nasce da un notaio venticinquenne e da una giovane domestica. Il padre non può sposare la ragazza in quanto di ceto sociale troppo inferiore. Comunque lo riconosce come figlio illegittimo. persino il Nonno ne fa cenno nei diari della famiglia e lo considera un vero nipote. La madre viene fatta sposare ad un contadino in modo che il piccolo avesse comunque una famiglia regolare. nato ad Anchiano, piccola frazione di Vinci vicino a Firenze. Quello che mi ha lasciato stupita è che quando è stato battezzato i genitori non poterono essere presenti perchè non sposati!
Che strane leggi a quei tempi. Nel passare degli anni il padre si sposò quattro volte, con donne degne della sua posizione. Dalla prima e seconda non ebbe figli. Dalla terza sei e anche dalla quarta altri sei. Mentre da parte di madre ebbe nove sorelle. Direi una famiglia piuttosto numerosa !
Continuo a leggere anche se, ormai, so quasi tutto a memoria…

@ Orofiorentino