Leone di San Marco: ecco come è nato il simbolo della Serenissima


4678342_1133_leone_di_san_marco

Al di là delle molte leggende sul felino che rappresenta Venezia, la sua prima apparizione accertata è del 1261 in un sigillo ducale L’esordio dell’esemplare scolpito sulla pietra risale invece al 1317 e si trova conservato nel battistero del duomo di Capodistria Del 1355 sono infine i mosaici con il vessillo della Serenissima accolti nella cappella di Sant’Isidoro, nella basilica di San Marco.

220px-venice_flag

Tra Quattro e Cinquecento il leone effigiato sui vessilli marciani diviene definitivamente andante. Non c’era però una codificazione precisa e le bandiere erano dipinte a mano, spesso su seta ognuno faceva a modo proprio. La spada, su questo gli studiosi sono d’accordo, simboleggiava la giustizia (e non la guerra), il libro poteva essere aperto o chiuso, e talvolta teneva tra le zampe la croce. Le code potevano esserci o non esserci e se c’erano non sembra che il loro numero avesse particolari significati. In questo caso non v’è certezza, però, perché qualcuno ritiene che le sei code fossero riservate al vessillo dogale, cinque al capitano generale da mar, e via a scendere

37e1c39009b6862ed3e2b6d8cd6ed1e6
La simbologia del Leone di San Marco deriva da un’antichissima tradizione delle Venezie, secondo la quale un angelo in forma di leone alato avrebbe rivolto al Santo, naufrago nelle lagune, la frase: «Pax tibi Marce, evangelista meus. Hic requiescet corpus tuum»[1] (Pace a te, Marco, mio evangelista. Qui riposerà il tuo corpo) preannunciandogli che in quelle terre avrebbe trovato un giorno riposo e venerazione il suo corpo. Il libro, spesso erroneamente associato al Vangelo, ripropone proprio le parole di benvenuto del leone e, nella maggior parte delle rappresentazioni veneziane, si presenta aperto recando solitamente la scritta latina «PAX TIBI MARCE EVANGELISTA MEVS».

Il leone simboleggia anche la forza della parola dell’Evangelista, le ali l’elevazione spirituale, mentre l’aureola è il tradizionale simbolo cristiano della santità.

484px-lion_of_venice2c_piazzetta_san_marco
Il leone di San Marco presente sulla colonna di Piazzetta San Marco a Venezia

Orofiorentino

foto dal web

Un pensiero su “Leone di San Marco: ecco come è nato il simbolo della Serenissima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...