Storpia solitudine


Ruggisce lontana
mia solitudine storpia
Lontani i dì grati
alla speranza.
Abbandonate torri nere
sono or casa, giaciglio
cuscino di ogni rinuncia
Ma di sì dolce tristezza
il cor si bea, nebbia
culla silente mi abbraccia
veli di parole fuggono
non voglio udir altre bugie.

@ orofiorentino

incipit dal sonetto di Vittorio Alfieri ” Tacito orror di solitaria selva ”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...