Arruolati e vedrai il mondo



Riesco ancora a sentire l’odore della guerra: polvere da sparo, sangue e metallo.
La mia prima volta fu in Normandia, mi assegnarono ad uno dei plotoni che avrebbe dovuto preparare il terreno per lo sbarco. Ero innamorato, ti promisi di sposarti al mio ritorno e tu ti facesti immortalare con me “così non mi dimenticherai”, l’ho sempre tenuta con me ovunque sono stato.
Il conflitto cessò e mi rimpatriarono, ma io non ero più lo stesso, avevo trovato qualcosa laggiù, che mi aveva cambiato per sempre, avevo scoperto che… Uccidere mi piaceva. Non si torna indietro dopo una scoperta del genere, allora parlai con il mio superiore che mi affidò un’altra missione, recarmi a Seul a saggiare il terreno per quello che ci sarebbe stato da lì a breve. Ufficialmente sono un militare, ufficiosamente…
Avevo tanto da imparare, ma imparavo in fretta “sei portato per queste cose” mi dicevano.

Da…

View original post 146 altre parole

Un commento su “Arruolati e vedrai il mondo

  1. orofiorentino scrive:

    Riporto il commento che ti ho lasciato su ” La nostra commedia ”

    Hai scritto un capolavoro. Hai detto tutto su come la guerra può ( e troppo spesso accade ) cambiare la vita del soldato E’ come diventare un killer di professione…freddo, preciso, asettico.
    Poi quando tocca la nostra persona la realtà acceca e si comprende, quello è l’ultimo colpo di pistola. Quello che chiude una vita spesa male.
    Stupendo, sei bravissimo, complimenti di cuore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...