il mio Angelico vicino di casa


Eccolo lì, come apro le persiane, immobile nella sua plasticità scultorea sembra salutarmi. Con la tazza di caffè in mano mi appoggio alla finestra e lo guardo intensamente. Come fosse umano: con la mano gli faccio ciao . Ormai siamo diventati amici. Sappiamo tutto di entrambi e, sì, ci vogliamo bene. Non possiamo nasconderci nulla. Credo che mi sentirei persa se un giorno non lo trovassi più, lì davanti, a controllarmi. Il nostro è un rapporto diretto senza se e senza ma. Pur di tenermi compagnia è disposto a riflettersi sul vetro della finestra chiusa ( che per rispetto nei suoi confronti tengo sempre scintillante! ). Comunque è molto discreto, mai invadente. Se ho bisogno di qualcosa è pronto a farsi tramite con il “Capo del Condominio”, lui sa come presentare le richieste di noi umani pedestri e dozzinali, ottenere la sua attenzione e tornare con consigli e viatici Celesti.
Sono pronta per andare al lavoro: mi affaccio per un altro saluto. Le campane suonano a festa…ho le orecchie rintronate ma mi piace sentirle e poi sono il pane quotidiano del mio vicino.
Mi fermo di botto e penso: “ Ci conosciamo da anni e non ho mai pensato a chiedergli come si chiama!? “. Torno alla finestra e urlo, nello schiamazzo delle campane, “Scusa…come ti chiami? “
Non ha sentito, pazienza: lo chiederò stasera !

@ Orofiorentino

foto di Kalosf, Grazie

3 commenti su “il mio Angelico vicino di casa

  1. kalosf scrive:

    Ho già detto che è originale??? Si l’ho detto! E che tu sei bravissima? Anche😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...