Mantelli nel buio

Antica, vecchia scalinata un po ammuffita: rimani fedele ai tempi oscuri. Velati fantasmi, passano ancora… ricordando incontri, intrighi, pugnali sguainati. Mantelli nel buio fuggono veloci allo sguardo. In cima il portone si chiude dando asilo a cuori affannati o ladri debosciati. Un grido, il clangore dell’arma che cade, nel silenzio che resta tutto scompare

@ Orofiorentino

C.Boudelaire…L’uomo e il mare

Sempre il mare, uomo libero, amerai!
perché il mare è il tuo specchio; tu contempli
nell’infinito svolgersi dell’onda
l’anima tua, e un abisso è il tuo spirito
non meno amaro. Godi nel tuffarti
in seno alla tua immagine; l’abbracci
con gli occhi e con le braccia, e a volte il cuore
si distrae dal tuo suono al suon di questo
selvaggio ed indomabile lamento.
Discreti e tenebrosi ambedue siete:
uomo, nessuno ha mai sondato il fondo
dei tuoi abissi; nessuno ha conosciuto,
mare, le tue più intime ricchezze,
tanto gelosi siete d’ogni vostro
segreto. Ma da secoli infiniti
senza rimorso né pietà lottate
fra voi, talmente grande è il vostro amore
per la strage e la morte, o lottatori
eterni, o implacabili fratelli!

Onda dolce

Nell’aere doler mi deve il cuore
nell’Amor che mi scuote
vagar mi fai co’ i miei pensier.
Oggi, domani e poi ancora: fender
l’ortica dei miei ricordi antichi
fino a trovar nell’anima smarrita
l’onda dolce del ritorno.

@ orofiorentino

Incipit:…vagar mi fai co’ i miei pensier… di Ugo Foscolo

Immagine dal web