La mia vita

A teatro va in scena una nuova opera. Una pièce particolare, titolo : “ La mia vita “. Dopo il primo atto ( l’Infanzia ) il pubblico sembra soddisfatto. Gli atti successivi ( Giovinezza e Maturità) si dipanano tranquillamente. Alla fine dell’ultima scena, l’attrice con la voce rotta da una profonda emozione esclama: “ Vi supplico non applaudite. Nulla va aggiunto a questa mia vita tanto vissuta ma che è la rappresentazione di un unico tragico flop ! “.
Lento cala il sipario a chiudere una disperazione accolta dallo scrosciare del silenzio.

@ orofiorentino

immagine…Barbara De Rossi da: lenews.info

View original post

la Glorieta de Bécquer

Seminascoscosta, all’ombra di un albero enorme, un gruppo statuario particolarissimo, la Glorieta de Bécquer, un gruppo statuario dedicato nel 1911 al poeta romantico Gustavo Bécquer, ad opera di Lorenzo Coullault Valera: raffigura l’amore nelle sue tre fasi “El amore que pasa”,l’amore trepidante, quello sognante e quello malinconico dell’abbandono.

da…http://laforestaincantata.blogspot.it/

http://www.sivigliaweb.it

Parque de María Luisa
Quando entriamo nel Parco ci imbattiamo in uno dei monumenti più speciali della città, la Glorieta di Bécquer. Uno spazio magico dedicato al poeta romantico Gustavo Adolfo Bécquer, presieduto da un magnifico cipresso calvo piantato a metà del XIX secolo che fa da asse della piazzetta.
Circondante l’albero, una specie originaria del Mississippi, si trova un monumento formato da un busto del poeta e tre figure femminili sedute su una panchina, che illustrano la poesía “El amor que pasa” (L’amore che passa) e rappresentano l’amore sperato, l’amore posseduto e l’amore perduto.
Vicino a loro troviamo, in bronzo, l’amore ferito, rappresentato da una figura distesa, e il giovane Cupido. In questo monumento possiamo respirare tutto il romanticismo che sprigionano i versi del poeta sivigliano.